Home > News > Qual è l'impatto ambientale di una tazzina di Biocaffè Haiti Roma?

Qual è l'impatto ambientale di una tazzina di Biocaffè Haiti Roma?


     A Giugno 2015 DIBAF-Università della Tuscia ha condotto uno studio sul BioCaffè Haiti Roma nell'ambito del progetto PSR mis124 dal titolo "Sostenibilità della filiera agroalimentare regionale: le aziende del Lazio verso l'EXPO Milano 2015" e finanziato dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo; la conformità del risultato è stata certificata da Bioagricert, Organismo di Controllo e Certificazione per le produzioni biologiche.

 

Lo scopo dello studio era analizzare con metodi standardizzati l'impatto climalterante del BioCaffè 100% Biologico 100% Equosolidale nei formati in grani da 1 kg, macinato da 250 g e in astuccio da 18 cialde monodose durante tutto il processo produttivo, dalla raccolta alla degustazione in tazzina (Life Cycle Assessment). Dal rapporto è emerso che bere una tazzina di BioCaffè Haiti Roma al bar equivale a percorrere poco più di 250 metri in auto, un risultato sicuramente interessante se si considerano tutte le variabili che concorrono a determinare la carbon footprint di un prodotto, e che hanno il pregio di evidenziare ancor di più il percorso virtuoso della torrefazione.

 

 

     Caffè Haiti Roma dimostra ancora una volta di essere attenta e all'avanguardia rispetto a quelli che sono i miglioramenti possibili nella sua linea produttiva. Come diceva un vecchio e famoso proverbio arabo "Se vuoi conoscere la qualità del prodotto che stai acquistando, guarda chi lo produce".

 

 

 

Visualizza e scarica le nostre certificazioni.

 

(04/11/2015)

Condividi: